Cereali

Il Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest svolge attività di ritiro, stoccaggio, essiccazione e commercializzazione di cereali. Obiettivo primario è valorizzare la filiera cerealicola attraverso il riconoscimento e la specializzazione delle produzioni. Tecnologia, innovazione, ricerca agronomica e analisi di mercato vengono messi a disposizione dei produttori agricoli con il chiaro intento rispondere attivamente alle esigenze qualitative e commerciali dell’industria di trasformazione.

Certi del coinvolgimento sempre maggiore dello stoccatore quale figura attiva per la valorizzazione della filiera cerealicola, il Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest sin dalla sua costituzione ha investito importanti risorse nella costruzione di una razionalizzata e capillare rete di impianti di stoccaggio. Attualmente il Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest dispone di 7 impianti di ritiro e stoccaggio e 2 impianti di essiccazione

L’evoluzione dei mercati e delle esigenze qualitative unite ad un rinnovato quadro normativo in materia di sicurezza igienico sanitaria richiedono comunque continui miglioramenti e ammodernamenti delle strutture esistenti. In questi ultimi anni il Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest ha investito crescenti risorse per la delocalizzazione e la costruzione di nuovi e più moderni centri di stoccaggio oltre ad apportare innumerevoli migliorie tecniche e strumentali.

I principali cereali ritirati, stoccati e commercializzati sono: frumento tenero e duro, mais, sorgo e orzo. Vengono effettuati anche ritiri di soia e pisello proteico. Tutte le produzioni sono locali.

L’analisi scrupolosa ed attenta dei mercati nazionali ed esteri e delle caratteristiche della filiera dei prodotti di importazione, hanno permesso al Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest di porsi sul mercato con prodotti sempre più qualificati e diversificati in grado di sviluppare importanti progetti e raggiungere ambiziosi obiettivi di qualificazione e valorizzazione delle produzioni cerealicole locali. L’attenzione è puntata sempre più alla qualità, sicurezza igienico-sanitaria e rintracciabilità dei prodotti stoccati destinati sia alla trasformazione per uso alimentare sia per uso mangimistico.

Per raggiungere gli obiettivi di qualità delle produzioni cerealicole occorrono:

  • analisi di mercato indirizzate a percepire le richieste dell’industria di trasformazione;
  • sperimentazione e ricerca delle miglior varietà in termini di produttività e collocazione sul mercato
  • giornate dimostrative con visite in campo di prove varietali, di concimazione e difesa per promuovere e migliorare la consapevolezza dei produttori (cultura di filiera)
  • Contratti di coltivazione mirati alla qualificazione e alla rintracciabilità delle produzioni con particolare attenzione agli aspetti igienico sanitari
  • stoccaggio differenziato e analisi qualitative (proteine) eseguite al momento del ritiro del prodotto e al termine dei conferimenti
  • costituzione di lotti omogenei e mappatura qualitativa del territorio con definizione delle zone a migliore vocazione. Gli esiti delle analisi sui campioni prelevati dai lotti omogenei al termine dei conferimenti di frumento forniscono importanti dati per la migliore collocazione del prodotto sul mercato.

Sicurezza igienico-sanitaria

La sicurezza alimentare igienico sanitaria dei cereali stoccati e commercializzati dal Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest destinati sia alla trasformazione per la produzione di alimenti sia di mangimi rappresenta uno dei requisiti minimi principali.

Alla luce delle ultime normative in materia i sistemi di autocontrollo HACCP interni sono stati aggiornati e revisionati implementando i controlli e le analisi di verifica.

I cereali stoccati (frumento, orzo, sorgo, mais) sono sottoposti a controlli sullo stato di conservazione e ad analisi di laboratorio per la ricerca dei principali contaminanti per i quali la normativa definisce limiti o valori guida.

In alcuni casi la verifica analitica è eseguita con l’ausilio di kit già a partire dal pieno campo.

A seconda del prodotto, della destinazione d’uso e della campagna agraria sono eseguite analisi per la ricerca di:

  • Micotossine: Aflatossina B1 e totali, Ocratossina A, Deossinivalenolo, Zearalenone, Fumonisine B1+B2,
  • Metalli Pesanti: Piombo e Cadmio
  • Residui di prodotti fitosanitari: Idrogeno fosforato, diclorvos, deltametrina, permetrina, malation, clorpirifos metile, pirimifos metile
  • Determinazione quantitativa ogm

Rintracciabilità

Ai fini della rintracciabilità delle produzioni cerealicole il Consorzio Agrario delle province del Nord Ovest ha approntato un sistema interno di gestione dei lotti avente la finalità di tracciare il flusso del prodotto (frumento tenero, duro, orzo, sorgo, mais) dal momento dell’ingresso fino alla commercializzazione. I lotti sono rappresentati da quantitativi noti di prodotto aventi caratteristiche qualitative omogenee.